Scegliere di adottare un gatto è un evento meraviglioso, siamo emozionati e felici e desideriamo che anche Micio sia felice, ma come organizzare la nostra casa per far sì che il gatto si trovi veramente a suo agio?

Partiamo dal presupposto che un gatto in natura ha delle esigenze e dei comportamenti dettati dal suo istinto e che le stesse esigenze e gli stessi comportamenti saranno presenti anche quando il gatto si ritroverà a vivere in un appartamento, quindi sarà compito nostro fare in modo che la casa sia adatta a questi bisogni assolutamente naturali ed irrinunciabili di Micio. [Leggi anche Traslocare con Micio]

  • farsi le unghie: è importantissimo che in casa ci siano dei supporti, sia verticali che orizzontali, su cui il gatto possa farsi le unghie tutti i giorni. Possono essere bastoni e palestre tiragraffi che si trovano in commercio, ma anche tronchi d’albero e ciocchi di legno raccolti nel bosco vanno benissimo, così come supporti di cartone o stoffa autoprodotti. L’ideale sarebbe posizionarne almeno uno in ogni stanza principale della casa, in luoghi facilmente accessibili, in particolare è bene posizionare un graffiatoio accanto al luogo dove più spesso riposa Micio e in prossimità dei punti di passaggio come porte e finestre.
  • dormire: i gatti preferiscono dormire in luoghi sopraelevati, quindi anziché posizionare tante cucce a terra sarà molto più utile e funzionale creare dei luoghi comodi di riposo sopra ad una mensola o ad un mobile, o magari utilizzando le palestre dotate di cucce rialzate.
  • mangiare: le ciotole del cibo devono essere posizionate lontane dalle lettiere, in un luogo facilmente accessibile ma anche sufficientemente riparato e sicuro. Se ci sono altri animali in casa (ad esempio un cane) è bene posizionare le ciotole su un supporto rialzato, così da garantire l’accesso al gatto ma impedirlo agli altri animali. Molti gatti preferiscono mangiare sopra ad un tavolo o ad una mensola, avendo ovviamente attenzione che lo spazio sia sufficientemente largo perché il gatto possa mangiare comodamente senza rischiare di cadere.
  • fare i bisogni: le lettiere dovrebbero essere sempre almeno due, anche per un solo gatto, perché i gatti tendono ad eliminare urine e feci in luoghi differenti. Le lettiere devono essere posizionate in una zona dedicata, lontana dal cibo, riparata ma facilmente accessibile. Se le lettiere si trovano in una stanza, è fondamentale che la porta di questa stanza rimanga sempre aperta per garantire l’accesso a Micio in ogni momento in cui ne abbia la necessità. [Leggi anche Gatti e pipì "fuori posto"]
  • bere: i gatti che si nutrono con i mangimi industriali tendono ad assumere meno liquidi di quanto gli sarebbe necessario, sono molto utili in questo senso le fontanelle con l’acqua che scorre perché stimolano Micio a bere più spesso, inoltre è più funzionale posizionare le ciotole d’acqua (che devono sempre essere più di una, anche per un gatto solo) non attaccate alle ciotole del cibo, ma in altri punti della casa.
  • arrampicarsi: questa è una esigenza fondamentale del gatto, sarà quindi indispensabile avere dei mobili, delle piante o dei supporti appositi su cui Micio possa arrampicarsi liberamente. Il mondo del gatto è prevalentemente in verticale, ha bisogno di poter salire in alto, saltare, osservare da altre prospettive l’ambiente che lo circonda.
  • stimoli: un gatto ha bisogno di stimoli adeguati. Se fosse libero in natura caccerebbe, giocherebbe, avrebbe mille stimoli diversi ogni giorno, è quindi di fondamentale importanza che anche in un appartamento Micio abbia la possibilità di giocare, cacciare, scoprire cose nuove ogni giorno. Questo è compito nostro, che dobbiamo dedicare del tempo quotidiano all’interazione con il nostro gatto e creargli un ambiente interessante e stimolante in cui vivere felice ogni giorno della sua vita!
Categorie: 

Aggiungi un commento